Piccoli passi verso una scuola più green

Greta Thunberg

La sedicenne svedese Greta Thunberg, qualche anno fa, ha cominciato a scioperare la scuola. Un giorno prese la sua bici e si diresse fuori dal parlamento del suo stato, con un cartello su cui era scritto: ”sciopero per il clima” : inizialmente era sola, ma poi la raggiunsero alcune persone che oggi si sono trasformate in migliaia.

Sciopero a Milano

Gli scioperi di questa attivista sono diventati così importanti che oggi vengono organizzati in tutto il mondo e hanno migliaia di partecipanti, svolgendosi in diverse città contemporaneamente. Una delle città coinvolte è stata Milano, infatti venerdì 29 novembre 2019 molte persone sono scese in piazza, lavoratori, studenti e anziani.

Perché?

Queste manifestazioni hanno lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica affinché siano ridotte le emissioni di Co2: a causa dell’effetto serra causato dalle emissioni il nostro pianeta sta subendo un irreversibile cambiamento con conseguenze drammatiche per il futuro.

Detrattori

c’è chi ritiene che si tratti di allarmismo o di una moda, o addirittura che Greta sia un prodotto commerciale, manipolato da qualcuno. C’è anche chi ritiene inutile fare qualcosa dicendo che si tratta di inutili allarmi e che tutto sia meno grave di quanto detto finora.

La nostra opinione:

Noi abbiamo verificato e sappiamo che ci sono studi che dimostrano lo scioglimento dei ghiacciai e il surriscaldamento globale. Inoltre ci rendiamo conto che la deforestazione e l’aumento dello sfruttamento del territorio hanno causato danni ingenti al pianeta. Per questo ci piace che Greta sia diventata un simbolo di protesta non violenta , ma comunque forte, per sensibilizzare e provare a cambiare le cose.

Cosa facciamo:

E' necessario cambiare la nostra mentalità nelle azioni pratiche quotidiane. Per questo abbiamo deciso di partecipare al progetto Green School che ci coinvolge insieme ad altre scuole della provincia di Varese in un percorso di formazione e consapevolezza.

Abbiamo deciso di ridurre la produzione di rifiuti sensibilizzando tutte le persone che vivono a scuola nei confronti della raccolta differenziata e pesando addirittura i rifiuti per monitorare oggettivamente i nostri progressi e le nostre aree di miglioramento.

Ricicleremo la carta e già da settembre utilizziamo le borracce per non produrre più rifiuti in plastica. Il percorso è ancora lungo, ma se ci seguirete vi potrete rendere conto che anche una piccola azione può contribuire a fare la differenza!


Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Non ci sono ancora tag.
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Scuola primaria paritaria: VA1EZH500L 

Scuola secondaria di primo grado paritaria: VA1MUI500S

  • Facebook
  • Instagram